“L’Azione Cattolica Italiana è una associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la realizzazione del fine generale apostolico della Chiesa.” (dall’art. 1 Statuto A.C.,1969)

L’Azione Cattolica Italiana è una associazione di laici che condividono e collaborano alla missione della Chiesa. Fra i movimenti e le associazioni è la più numerosa (circa mezzo milione di aderenti in tutta Italia) e quella con tradizioni più antiche (è nata nel 1867 ad opera di Giovanni Acquaderni e Mario Fani) e ha contribuito, con la sua presenza diffusa capillarmente nel territorio, a formare laici impegnati alla corresponsabilità ecclesiale che hanno nel corso di questo secolo dato il loro importante contributo anche alla società e al paese. Ricordiamo tra i tanti nomi di responsabili dell’associazione, Vittorio Bachelet e Aldo Moro.

L’associazione, che dopo il 1969 si è rinnovata nelle strutture e nello statuto per raccogliere l’ispirazione della grande stagione del Concilio Vaticano II, mira alla formazione integrale della persona e tende alla maturazione di persone adulte nella fede, consapevoli della necessità di testimoniarla con scelte di vita concrete.

In breve, l’obiettivo di AC è di coniugare una collaborazione fedele e stabile con i ministri della Chiesa, a tutti i livelli, con una legittima libertà di iniziative, di movimenti, di esperimenti e di nuovi ordinamenti. Fra le conseguenze più impegnative di questa scelta, lo statuto sottolinea l’esigenza di una continua formazione personale, di una partecipazione attiva alla missione della Chiesa e di una coerente testimonianza di vita.

bachelet
Che cosa è l’Azione Cattolica ?
Ne abbiamo parlato molto, ma mi pare che sia soprattutto una realtà dei cristiani radicati nel loro territorio e nelle loro parrocchie che si conoscono, che si vogliono bene, che lavorano assieme nel nome del Signore, che sono amici; e questa rete di uomini e donne che lavorano in tutte le diocesi, e di giovani, e di adulti, e di ragazzi e di fanciulli, che in tutta la Chiesa italiana con concordia, con uno spirito comune, senza troppe ormai strutture organizzative, ma veramente essendo sempre piú un cuor solo e un’ anima sola cercano di servire la Chiesa. E questa è la grande cosa. Perché noi serviamo l’AC non poi perché ci interessa di fare grande l’AC; noi serviamo l’AC perché ci interessa di rendere nella Chiesa il servizio che ci è chiesto per tutti i fratelli”.

Vittorio Bachelet (Saluto conclusivo alla II Assemblea nazionale dell’ACI)

DOCUMENTI NAZIONALI

Lo statuto nazionale – con la lettera del card. Camillo Ruini dell’8 dicembre 2004
Il regolamento di attuazione dello statuto nazionale
Il progetto formativo

 

DOCUMENTI DIOCESANI

Atto Normativo Diocesano AC Bologna (come emendato in seduta di Consiglio diocesano il 12 ottobre 2016)

 

GLI ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
Presidenza 2017/2020
Presidente Diocesano Donatella Broccoli
Segretario Diocesano Alice Sartori
Amministratore Diocesano Manuela Menarini
Assistente Diocesano Don Roberto Macciantelli
Vice Presidente Adulti Daniele Magliozzi
Vice Presidente Adulti Martina Caroli Canelli
Vice Assistente Adulti Don Marco Pieri
Vice Presidente Giovani Gabriele Marino
Vice Presidente Giovani Ilaria Strazzari
Vice Assistente Giovani Don Tommaso Rausa
Responsabile ACR Eleonora Lambertini
Vice Responsabile ACR Daniele Bacchilega
Vice Assistente ACR Don Marco Malavasi

 

Archivio storico Presidenze dal 1970 al presente

 

Consiglio diocesano 2017/2020

Oltre ai membri di Presidenza ne fanno parte:

COGNOME NOME INCARICO AMBITO
CACCIARI GIUDITTA CONSIGLIERE ACR
SASDELLI ANNA CONSIGLIERE ACR
TURRINI MARCO CONSIGLIERE ACR
BONDI ANNALISA CONSIGLIERE ADULTI
CACCIARI PAOLO CONSIGLIERE ADULTI
MORINI EMIDIO CONSIGLIERE ADULTI
PALAZZI MARCO CONSIGLIERE ADULTI
PARENTI SARA CONSIGLIERE ADULTI
CANELLI PIETRO PRESIDENTE FUCI
VESPE LUCIA PRESIDENTE FUCI
BACCHI REGGIANI GIULIA CONSIGLIERE GIOVANI
MATTIOLI NOEMI CONSIGLIERE GIOVANI
SOLINI FEDERICO CONSIGLIERE GIOVANI
CASSANI CAN. MASSIMO ASSISTENTE MEIC
MAIARDI LORENZO VICEPRESIDENTE MEIC
SILVESTRI NICOLETTA PRESIDENTE MEIC
COLOMBETTI DANTE SEGRETARIO MLAC
GUARALDI EFREM SEGRETARIO MLAC
BOCCHI LUCIANO CONSIGLIERE PRES PARROCCHIALI
CAPRARA TOMMASO CONSIGLIERE PRES PARROCCHIALI
CHIODINI SARA CONSIGLIERE PRES PARROCCHIALI
CORNIA ISABELLA CONSIGLIERE PRES PARROCCHIALI
RIZZOLI FABRIZIO CONSIGLIERE PRES PARROCCHIALI
TARTARINI GLORIA CONSIGLIERE PRES PARROCCHIALI
BALBONI ILARIA SEGRETARIO REGIONALE
TESTONI MICHELE DELEGATO GIOVANI REGIONALE

 

 

I MOVIMENTI D’AMBIENTE

  • Movimento Lavoratori Azione Cattolica (MLAC)

In aggiornamento
https://mlacbologna.wordpress.com/

  • Movimento Ecclesiale di impegno culturale(MEIC)

In aggiornamento
http://www.meicbo.it/

  • Federazione Universitaria Cattolica Italiana (FUCI)

In aggiornamento
http://fucibologna.jimdo.com/

 

Il LABORATORIO DELLA FORMAZIONE

Il Laboratorio della Formazione è uno strumento che l’AC si è data per attuare il Progetto formativo “Perché sia formato Cristo in voi”, in particolare per realizzare quel passaggio “dal progetto ai processi” che richiede a tutta l’Associazione di “pensare la formazione”. In questa prospettiva, il LNF è lo strumento che il livello nazionale si dà per un sostegno metodologico – strutturale all’innovazione formativa.

Due, in particolare, gli impegni che vengono considerati come decisivi dal Progetto Formativo:

• una nuova consapevolezza della responsabilità formativa;

• preparazione di una nuova generazione di educatori e animatori.

La proposta 2014-2017
L’intento che anima le iniziative del Laboratorio è quello di fornire strumenti e spunti per una crescita integrale delle persone e dei giovani, in una prospettiva di formazione complessiva, dove la fede interroga la vita e la dimensione spirituale nutre l’esperienza del quotidiano.

A 50 anni dalla chiusura del Concilio Vaticano II vogliamo condividere una riflessione, sia in forma laboratoriale, che facendoci aiutare da alcuni relatori, sulle strade da percorrere perché la splendida “teoria” sul laicato espressa dal Concilio possa diventare un’autentica “prassi” ecclesiale. (Christifideles laici n. 2). Nel triennio 2014-2017, a partire dalla riflessione su cosa significhi “vivere in Cristo”, approfondiremo il tema della comunità come soggetto pastorale e dell’impegno dei laici nel mondo.

REGISTRAZIONI AUDIO DELL’EDIZIONE 2017 “PARTECIPERÒ”

Per maggiori informazioni sul LNF rimandiamo ai contenuti del sito nazionale.